Cos’è il prurito?

Cosa sia esattamente il prurito ancora non è chiaro. Viene tuttora definito, come già nel 1600, come una sensazione spiacevole che provoca il desiderio di grattarsi. Certo è che sembra nascere dalla pelle ma in realtà è una sensazione “creata” dal cervello. Il prurito dovrebbe rappresentare un meccanismo di difesa, finalizzato a rimuovere dalla pelle “elementi” potenzialmente nocivi, ad esempio parassiti come le pulci o le zecche. In realtà però questa funzione inizialmente protettiva si perde quando il prurito diventa cronico e dura per mesi. In questi casi è più una fonte di problemi che di vantaggi per il paziente, infatti il pelo si dirada e si spezza, la pelle si può infiammare, ulcerare e ispessire e spesso insorgono infezioni secondarie.